Una grande savana sabbiosa semi-arida nell'Africa meridionale

Grande pianura simile a un bacino nell’altopiano centrale dell’Africa meridionale noto come deserto del Kalahari. Comprende praticamente l’intero paese del Botswana, il terzo orientale della Namibia e l’estremo nord della provincia sudafricana di Northern Cape. Si combina con il Namib della Namibia, un deserto costiero, nel sud-ovest. La massima distanza est-ovest del Kalahari è di circa 600 miglia, mentre la sua estensione più lunga da nord a sud è di circa 1.600 chilometri. La sua area è stata calcolata in oltre 930.000 chilometri quadrati.

Caratteristiche fisiche

A 3.000 piedi (900 metri) o più sopra il livello del mare, il deserto del Kalahari è una pianura informe, in graduale pendenza ricoperta di sabbia. Solo le basse colline con pareti verticali, o kopjes, che occasionalmente ma notevolmente si alzano al di sopra della superficie circostante hanno un substrato roccioso esposto. Fogli di sabbia, dune longitudinali e vleis sono i tre principali tipi di superficie che costituiscono la maggior parte del Kalahari, a parte i kopjes (padelle).

L’epoca del Pleistocene (tra 2.588.000 e 11.700 anni fa), quando si ritiene che i fogli di sabbia si siano sviluppati, è quando sono rimasti nella loro posizione attuale. Anche se la maggior parte di essi è stata formata dal vento, alcune regioni in cui sono state trovate sembrano essere state di origine fluviale, il risultato di inondazioni durante periodi di precipitazioni significativamente maggiori.

Il Kalahari orientale è coperto da lenzuola. Il loro rilievo è misurato in decine di piedi per miglio e la loro altezza superficiale cambia leggermente. Di solito c’è più sabbia di 200 piedi di profondità. Un sottile strato di ossido di ferro che ricopre i granelli di sabbia in numerosi punti fa sì che la sabbia sia rossa.

Lunghe catene di dune, tipicamente orientate a nord o nord-ovest, costituiscono l’intero deserto del Kalahari occidentale. Le dune sono lunghe almeno un miglio, larghe diverse centinaia di piedi e alte tra i 20 ei 200 piedi. Poiché individualmente costituiscono il percorso più conveniente per il viaggio, ogni duna è divisa dal suo vicino da una grande depressione parallela conosciuta localmente come straat (strada o “vicolo”).

Clima del deserto del Kalahari

In passato, una regione veniva classificata come deserto se riceveva meno di 250 millimetri di pioggia all’anno. Un luogo in cui il potenziale tasso di evaporazione è il doppio del tasso di precipitazione è un modo migliore per descrivere un deserto. La parte sud-ovest del Kalahari soddisfa entrambi questi requisiti. Anche se la parte nord-orientale della regione è molto più piovosa e, quindi, non può essere considerata un deserto, è completamente priva di acque superficiali. La pioggia drena rapidamente attraverso le sabbie profonde della regione, provocando una siccità edafica (cioè un suolo completamente privo di umidità).

Le precipitazioni sono più alte nel nord-est (con una precipitazione media annua di oltre 20 pollici) e diminuiscono nel sud-ovest a causa dell’aria umida che proviene dall’Oceano Indiano (meno di 5 pollici sulla frangia meridionale del Kalahari). Tuttavia, le precipitazioni sono molto irregolari. I temporali estivi, che variano notevolmente da luogo a luogo e di anno in anno, portano la maggior quantità di pioggia. Gli inverni sono eccezionalmente secchi, con poca umidità e senza pioggia per sei-otto mesi.

A causa dell’altitudine relativamente elevata e dell’aria principalmente pulita e secca nel Kalahari, le grandi variazioni delle temperature giornaliere e stagionali sono la norma (consentendo un forte riscaldamento per insolazione durante il giorno e una grande perdita di calore per radiazione durante la notte). Per questo motivo, le temperature all’ombra estive raggiungono spesso i 43–46 ° C (110–115 ° F) ma scendono a 21–27 ° C (70–80 ° F) nelle stesse notti; le temperature notturne invernali a volte scendono vicino allo zero e possono anche scendere fino a 10 ° F (12 ° C).

La fauna selvatica nel Kalahari

Anche la vita animale del deserto del Kalahari è più abbondante e diversificata al nord che al sud. Nonostante la mancanza di acqua superficiale, molti membri di varie specie continuano a vivere nel sud del deserto per lunghi periodi di tempo. Le principali specie che si possono trovare nell’emisfero australe sono lo springbok, lo gnu (gnu) e l’alcelafo, che occasionalmente possono essere visti tutti in grandi mandrie, il gemsbok (orice), l’eland e numerose specie più piccole e non gregarie come il kudu (nelle aree con cespugli più fitti), lo steenbok e il cefalofo.

Sei pronto per iniziare a pianificare il tuo viaggio nel deserto del Kalahari?

Per creare un itinerario apposta per te in base ai tuoi desideri di viaggio, mettiti in contatto con uno dei nostri specialisti di Africa Safaris.

Touch Nature Safaris What's App Chat Support Team
Send